La sanificazione a raggi uv-c sicura ed efficace per cliniche e ospedali: la risposta per la sanificazione in grandi ambienti

Dai laboratori di J&S nasce la linea Virus Killer, efficace anche per la sanificazione delle superfici dal virus Covid.

La sanificazione UV-C sicura ed efficace ai tempi della pandemia da Sars-Cov-2

La sanificazione degli ambienti di lavoro è un requisito di igiene e sicurezza normato dalla legge. Questa necessità è diventata ancora più determinante, come sappiamo, con la pandemia del Sars-Cov-2, che ha costretto le aziende a dotarsi di misure più efficienti, e passare in fretta dal concetto di igienizzazione a quello più rigoroso di sanificazione.

Nel corso del 2020 si è ritenuto opportuno creare una serie di contromisure per l’insorgenza di focolai pandemici, ripreso poi dal Ministero della Salute quest’anno. Alcune sono affidate al buonsenso dei lavoratori che non devono presentarsi sul luogo di lavoro se accusano un o più sintomi del Covid19 mentre il datore di lavoro deve fornire tutti i mezzi per rendere il luogo di lavoro il più possibile sicuro per i dipendenti.
L’unico modo veramente efficace per combattere i virus e mantenere gli ambienti condivisi salubri e sicuri, non è intensificare i vecchi metodi (l’igienizzazione con prodotti chimici più aggressivi, per intenderci) ma adottare nuovi strumenti più efficaci.

 

Quali sono i vantaggi della sanificazione tramite raggi UV-C?

Una sanificazione profonda e veramente efficace verso tutti i tipi di virus e batteri non può essere chimica. E nemmeno può basarsi sull’ozono, in quanto dannoso per l’uomo. E’ dimostrato da innumerevoli studi, invece, che i raggi ultravioletti riescono a disattivare i virus. Inoltre l’azione dei raggi UV-C agisce anche su altri agenti:

muffe e funghi: la muffa è un problema abbastanza serio perché rilasciando le spore possono provocare danni alle vie respiratorie come allergie ed infiammazioni alle vie respiratorie diventando un vero e proprio problema per la salute delle persone. I funghi agiscono nel medesimo modo. La cosa difficile è eliminarla se non si adopera un sanificatore uv-c;
allergeni: nell’aria esistono una serie di elementi che possono scaturire reazioni allergiche di vario tipo ed in base al grado di allergia il problema può essere più o meno grave;
sostanze inquinanti chimiche e biologiche: purtroppo l’aria è ricca di elementi in grado di creare seri danni alla salute e peggiorare la qualità della vita;
eliminazione di cattivi odori: occorre eliminare le molecole che formano gli odori sgradevoli soprattutto quando si sta in ambienti chiusi per lungo tempo.

 

Perché la famiglia VK è importante per sanificare gli ambienti medici e clinici? No ozono, no chimica. Tutto sotto controllo

Non bisogna dimenticare che la sanificazione ambienti di solito è abbastanza costosa se eseguita con i normali detergenti igienizzanti che, oltre, a lasciare odori e impedire l’accesso agli ambienti per alcuni minuti, di certo non risultano nemmeno prodotti amici dell’ambiente.

I dispositivi della famiglia VK per la sanificazione a raggi uv-c vanno ad abbattere le spese perché riescono a lavorare in completa autonomia andando a sanificare le stanze. L’uso è consigliato in qualsiasi ambiente perché non rilascia alcun tipo di odore o elemento chimico e riesce ad operare producendo quantità di ozono quasi inavvertibili, quindi largamente sotto la soglia consentita. La sicurezza di questo tipo di dispositivo è affidata anche ad un serie di sensori che non solo riescono a determinare se sono presenti persone ma controllano che non vi sia un rilascio eccessivo di raggi uv-c. Sebbene queste macchine siano completamente indipendenti è sempre bene che l’uomo le controlli ed è per questo motivo che è possibile controllare ed operare in modo tutto tramite la connessione WiFi.

I raggi UV-C funzionano contro il virus Covid? Sì!

Dopo la ASHRAE americana, anche una ricerca combinata tra Università Statale di Milano, Fondazione Don Gnocchi e Istituto Nazionale dei Tumori, ha dimostrato che i raggi UV-C rompono i legami RNA anche dei coronavirus al 99%.
Essendo prodotti tecnologicamente avanzati vi sono una serie di componenti molto importanti per il funzionamento generale del sistema e per rendere l’apparecchiatura decisamente più sicura. Nello specifico andremo ad analizzare i componenti che lo rendono intelligente.

Mediante la console vocale wireless è possibile scegliere il tipo di disinfezione con vari tipi di protocolli impostati per eliminare vari tipi di infezioni tra i quali vi sono, oltre al Sars-Cov-2, la tubercolosi e lo stafilococco senza dimenticare l’influenza e la legionella. Mediante questo particolare dispositivo è possibile calibrare velocemente la macchina per fare in modo da poter ottenere il massimo dei risultati possibili. È possibile quindi modificare tutte le opzioni in modo tale che venga presa in considerazione la grandezza di ogni spazio.

I dispositivi VK sono le macchine ideali per la sanificazione ospedaliera 

VK si differenza dagli altri macchinari per la sanificazione professionale in quanto è l’unico apparecchio che calcola tempo e potenza necessari per eliminare un determinato tipo di virus, misurando e monitorando questi parametri prima e durante l’azione, in base alle condizioni e alle dimensioni dell’ambiente da sanificare. 
E se la sanificazione è insufficiente, si corregge da solo.

La sanificazione UV-C è la migliore soluzione per tutte le aziende sanitarie. Per conoscere questi prodotti più a fondo è possibile visionare i dispositivi per la sanificazione ambienti covid.

I prodotti Virus Killer neutralizzano anche il coronavirus.

Scopri i vantaggi di VK per sanificare gli ambienti di lavoro