Operiamo nel settore specifico da oltre 20 anni con soddisfazione nostra e del cliente.

1973

J&S nasce nel dicembre 1973 con lo scopo di progettare, produrre e commercializzare apparati di riproduzione sonora: principalmente amplificatori di potenza e diffusori.

1979

L’attività si sposta verso alcuni tipi di apparecchiature medicali, quali le elettroterapie e successivamente (1980) l’elettromiografia con la realizzazione di un primo modello con logica cablata e presentazione analogica su schermo, utilizzando per la prima volta in Italia, il microprocessore 6502.

1981

Entra in produzione di serie una linea di apparati per elettroterapia (DYA10A, SM50, Farad2S) che presenta caratteri innovativi (il DYA10A è il primo “dyadinamic” automatico prodotto in Italia.). Questi apparecchi vengono presentati all’Intersan di Milano.

1984
1990

Realizzata una seconda versione di elettromiografo, questa volta a microprocessore e con possibilità di esame dei nervi (con averaging).
Oltre a continuare la produzione di elettromedicali, apportando di anno in anno continue innovazioni tecniche, l’azienda, su commissione, ha svolto numerosi lavori di progettazione per conto dell’Università La Sapienza di Roma, per la Telecom ed altre importanti società.

1990

Progettata una nuova serie di apparati per fisioterapia a microprocessore.
Si sceglie il Brand “Fisiocomputer” che viene depositato.

1991

Iniziano le vendite del modello ET2 (elettroterapia a due uscite), nell’autunno dello stesso anno l’intera linea (completata da laserterapia, magnetoterapia, ultrasuonoterapia) viene presentata all’Intersan di Milano.
A partire sempre dal 1991 inizia la progettazione di una nuova linea di apparati e sistemi per la fisiologia respiratoria. Viene ideato, messo a punto e brevettato un trasduttore di flusso respiratorio monouso estremamente lineare che viene esposto, insieme ad alcuni modelli di spirometri portatili PC-based, al “Medica” di Dusseldorf nel Novembre 1993

1992

Progettata, su commessa, la parte elettronica di una macchina per analisi cliniche automatica (a tre piatti, per campioni, reagenti e reazioni) che è ancora attualmente in produzione.

Sempre a partire dal 1992 inizia una importante collaborazione con l’Aeronautica Militare italiana, nello specifico con il Centro Sperimentale Volo (CSV), e vengono attivati numerosi progetti di ricerca, atti ad inquadrare alcune situazioni cliniche del pilota in diverse condizioni di volo. Maggiori dettagli sulla ormai ultraventennale collaborazione con il CSV sono disponibili sul nostro sito nella sezione Aerospace.

1997

L’azienda partecipa al progetto FUSE ottenendo la sovvenzione da parte della Comunità Europea del progetto FIRE, finalizzato all’utilizzo dell’innovativa tecnologia FPGA, che permetteva l’aumento del livello di integrazione dei circuiti elettronici, finalizzato alla riduzione di tempi e costi di produzione. Il progetto Fire è stato giudicato dalla comunità Europea come il migliore presentato al livello europeo, tanto da essere esposto nel Dicembre dello stesso anno, all’IST di Vienna.

1999

Dopo tre anni di studi e ricerche, inizialmente nate nel campo oncologico, l’azienda certifica e fa entrare in produzione un importante macchinario per la fisioterapia, l’Ipertermia IP1.

20002002

Progettato ed ultimato un nuovo Bio Feedback.
Comincia la produzione e commercializzazione dei laser di potenza, la linea LTS.

2004

Prodotto il multifunzione Fisiocomputer UNIK-4 che racchiude al suo interno elettroterapia a due uscite, magnetoterapia, ultrasuonoterapia e laserterapia, ognuna con la stessa potenza dei singoli apparecchi e con la possibilità di fare 2 terapie diverse nel medesimo momento.

2005

Entra in produzione la pedana propriocettiva Fisiocomputer PDN-1 che, grazie al suo sistema di telecamere, permette di allegare alla scheda paziente il filmato della sua storia evolutiva.

2007

Parte la produzione dell’ultrasuono freddo Fisiocomputer USF-1 che riscuote subito risultati eccellenti anche grazie alla sua unica “funzione epiciclica” che mette in grado l’apparecchio di simulare la circonvoluzione del manipolo sulla zona da trattare e può liberare l’operatore dall’incombenza di dover attuare manualmente tale operazione e quindi potersi dedicare a più pazienti contemporaneamente.

2008

Adottata la tecnologia laser a frequenza “neodimio-yag” quindi ad ogni laser viene applicata una sorgente diodica con frequenza 1064Nm che da quel momento diventa uno standard per la fisioterapia di alto livello, portando alla nascita del Laser Fisiocomputer LTS-60.

20102011

Ultimato il progetto per la produzione conto terzi di apparati ad energia vibratoria muscolare con il macchinario Fisiocomputer EVM.

Avviata la ricerca per la creazione di una Tecar di alto livello, con il maggior numero possibile di caratteristiche; essendoci ormai molte altre macchine di questa tecnologia ci si orienta nell’ascolto dei vari operatori per creare un prodotto più completo rispetto alla concorrenza.

20122014

Ultimata l’innovativa Tecarterapia Fisiocomputer TK1 che include elementi di altissima funzionalità, sintesi dell’esperienza e delle richieste dei migliori professionisti italiani; il Fisiocomputer TK1 è sia portatile che da studio e ingloba molte delle tecnologie che J&S ha sviluppato durante la sua ultradecennale collaborazione con il settore medicale dell’Aeronautica Italiana.
Progettato un sistema robotico per la riabilitazione fisioterapica, che verrà presentato il prossimo autunno.

2015

Realizzato un sistema per la propriocezione Total Body che prende definitivamente forma nel 2016 tramite il quale la diretta traslazione in “3D Realtime” delle parti interessate rende possibile test ROM precisi ed affidabili, oltre che permettere esercizi complessi ed una oggettiva analisi del percorso riabilitativo, basata su evidenze numeriche; anche questo prodotto verrà presentato nel corrente anno.

2016

Lanciate sul mercato nuove versioni della Tecar, la TK1 PRO, dotata di funzioni avanzate e la TK1 PRONV, unica sul mercato, destinata ai non vedenti, oltre che la nuovissima Ipertermia IP1 PRO, con touch screen e l’innovativa modalità SMART.